Comunicato Stampa Passeggita Patrimoniale PDF Stampa E-mail
venerdì 23 settembre 2016
Comunicato Stampa sulla Passeggiata Patrimoniale di Vicenza, di domenica prossima

Prima “Passeggiata Patrimoniale” di Vicenza

Convenzione di Faro (Portogallo), 27 ottobre 2005, Consiglio d’Europa - (convenzione successivamente assunta da Unesco e sottoscritta dal governo italiano)

Vicenza, 25 settembre 2016

Domenica mattina, su iniziativa dell’Associazione Masteratletica in collaborazione con il “Club for Unesco” di Vicenza, diretto dal Prof. Enrico Tezza, si svolgerà la prima “Passeggiata Patrimoniale” di Vicenza, attività promossa da Consiglio d’Europa che giovedì scorso a Venezia ha presentato le “Passeggiate Patrimoniali” del Veneto previste per domenica, giornata europea del patrimonio culturale.

La Passeggiata Patrimoniale ha lo scopo di connettere il patrimonio culturale materiale con il patrimonio immateriale, attraverso l’incontro dei cittadini con i luoghi della cultura: le arti della città, le attività sportive, le istituzioni scolastiche e della cultura.

La Passeggiata Patrimoniale ha come obiettivo principale la promozione della consapevolezza tra i cittadini della loro interazione con il patrimonio in cui vivono e lavorano. E’uno strumento che interpreta il concetto di diritto al patrimonio culturale: la comunità patrimoniale la usa per testimoniare la propria appartenenza al territorio in cui abita, attraverso di essa, possono arricchire la propria conoscenza e capacità di interpretazione delle dimensioni storiche, sociali e culturali della città e dei quartieri.

Durante la passeggiata, sia i partecipanti che gli organizzatori, agiscono tanto come residenti quanto come testimoni.

A differenza delle visita guidate, una passeggiata patrimoniale è centrata sull’incontro con testimoni, cioè con persone che portano una memoria viva con i luoghi: artigiani, commercianti, che raccontano la loro esperienza diretta, i significati che hanno per loro e le loro aspettative. Consente la visita di luoghi privati, o comunque abitualmente non aperti al pubblico, ed i proprietari spesso agiscono anche come testimoni.

Alle 9,30 di domenica 25, presso il CONI di Vicenza, ci sarà l’inizio con la presentazione di questo tipo di manifestazioni e del programma della giornata, con gli interventi dell’Assessore all’Istruzione ed allo Sport, Prof. Umberto Nicolai, del Delegato Provinciale del CONI, Giuseppe Franco Falco e degli organizzatori.

Nella giornata vicentina, sono previste 4 “tappe” e 4 “stazioni” fisse, aperte dalle 10 alle 12,30 e momento conclusivo a Piazza Matteotti, davanti al Museo Civico.

La prima tappa, con ritrovo presso il CONI ha lo scopo pratico e simbolico di preparare i camminanti ad attraversare, osservare e riprendere alcuni luoghi della cultura e vita vicentina. Una parte dei partecipanti percorrerà il primo tratto a bordo di gommone o canoe, per la collaborazione del “Canoa Club Vicenza”, che porteranno i partecipanti all’ex Porto di Vicenza, in Contrà S. Biagio.

La seconda tappa è in Corso Fogazzaro e piazzale della Chiesa dei Carmini, dove ci sarà un incontro tra narrazione e l’artigianato artistico di alcuni mestieri storici.

La terza tappa è nell’ansa del fiume Bacchiglione a Ponte Pusterla, un tempo porto di Vicenza, con la finalità di illustrare visivamente il collegamento tra il paesaggio naturale e quello cittadino con l’esposizione di elaborati degli studenti dell’Istituto “Canova”.

Infine, la quarta tappa è a Palazzo Chiericati con esercizi di rilievo architettonico di studenti del Liceo Artistico serale e le conclusioni della giornata.

La mattina di venerdì 30 è previsto, sempre a palazzo Chiericati un Convegno, indetto dal “Club Unesco” di Vicenza, sull’importanza di questa iniziativa del Consiglio d’Europa, con l’avvio affidato al Vice Sindaco: Jacopo Bulgarini d’Elci.

 
< Prec.   Pros. >